Sposiparma.it
 
LINK

 Parmigiano Reggiano vendita online
 San Pietro Sopra Le Acque
 Prodotti Tipici Marketing
 Tipic Hotels
 
 
LA CITTA'

  Itinerari turistici
  La Rocca
  Nei dintorni
  Fiere e Manifestazioni
  Mercatino antiquariato
  Premi e Concorsi
  Ambiente
  Gastronomia
 
 
I SERVIZI

 
Municipio
  Numeri Utili
  Trasporti
  Utilità
  Farmacie
  Anziani
  Sport Locale
Annunci Immobiliari Roccabianca
 
 
IL TURISMO

  Vie d'accesso
  Cenni storici
 
 
VARIE

  Home
  Chi Siamo
  Links
  Suggerimenti?
  E-mail
 
  ITINERARI TURISTICI

IL CASTELLO
Il Castello è di proprietÓ privata ed è in corso un restauro ma rimane interamente visitabile dall'esterno. Esso Ŕ anche il fulcro del sistema urbanistico del paese: davanti, infatti si dipartono alcune strade perfettamente perpendicolari alle mura, e si apre l'antica piazza del mercato, oggi piazza Minozzi, che rivela la sua funzione di
servizio civile in dipendenza del maniero feudale; la forma a ferro di cavallo allungato e la struttura interamente porticata derivano probabilmente da una sistemazione risalente ai primi del Settecento.
La rocca Ŕ separata dall'area antistante, da un tratto di mura superstiti della prima cinta (pare che originariamente le cinte fossero tre), in cui sono visibili gli antichi merli ora murati ed una cornice decorativa a festone, in mattoni. Attraverso un corpo avanzato nelle mura, si accede all'area occupata un tempo dal fossa- to, quindi, tramite il ponte in muratura che sostituisce il precedente ponte levatoio, all'ingresso vero e proprio, sul quale campeggia lo stemma dei Rangoni e dei Pallavicino.
I l Palazzo Comunale
Il Palazzo Comunale conserva: "Paesaggio campestre con donna" di Pier Giuseppe Ferrarini di Casimiro (1874); "Vallata con torrente" di Claudio Alessandri (1874); "corve di artiglieria presso Parma" di Enrico Sartori (1875).

Chiesa parrocchiale di S. Bartolomeo
Quasi di fronte alla rocca, sorge la Chiesa parrocchiale di S. Bartolomeo, la cui fonda- zione risale probabilmente agli ultimi anni del XVI secolo, ma che i restauri eseguiti alla
fine del XVII secolo hanno profondamente trasformato.
E' di questo periodo la fitta decorazione a stucchii di gusto ancora tardomanieristica della navata e delle cappelle laterali, mentre il presbiterio ed il coro furono risistemati nel 1723.
Da notare l'altare maggiore rococ˛, in legno laccato e dorato, i cui putti a tutto tondo originariamente reggenti il tabernacolo, ora sono stati impiegati nel nuovo altare rivolto ai fedeli.
Nel piccolo Teatro di Roccabianca sono conservate alcune delle statue raffiguranti le opere di Giuseppe Verdi appartenenti al monumento innalzato a Parma dallo scultore Ximenes all'inizio del secolo, in onore del musicista, e distrutto quasi completamente da un bombardamento aereo nel 1944.

Chiesa di S. Pietro Apostolo (Ragazzola)
Il sobrio edificio venne approntato fra il 1680 e 1'83 con facciata a due ordini di lesene. L'interno Ŕ ad aula, restaurato nell'800, con quattro cappelle per lato.

Le cappelle risultano ricche di manufatti marmorei, secondo una consuetudine dei paesi rivieraschi.
In sagrestia Ŕ l'elegantissimo credenzone accuratamente rifinito, senz'altro fra le opere migliori di Francesco Galli; databile fra il 1785/92.

Chiesa dei Santi Cipriano e Giustina (Stagno)
Sobrio edificio ricostruito nel 1863/64 su progetto dell'architetto Riccardo Magnani. Appartengono alla chiesa una bella veste ricamata della Madonna (1728), vari argenti settecenteschi, fra i quali un pregevole reliquiario (1740) ed un calice (1782), ed interessanti opere del '600 e del '700.

Chiesa di Santa Maria Assunta(Fossa )
Fu costruita nel 1696-97 , con gustosa facciata dall'accentuato fastigio (restaurata nel 1902); alla base del campanile ottocentesco sono gli archetti di tipo romanico.
La chiesa conserva un elegante fonte battesimale della prima metÓ del '700, un altare del 1697, un anconetta della prima metÓ del '600 e varie opere del '700.

Chiesa di San Carlo (Rigosa)
La chiesa, oggi purtroppo abbandonata, possiede una deliziosa facciatina decorata, con stucchi (prima metÓ del '700).

Chiesa di San Martino (Fontanelle)
L'edificio del 1576 venne ampliato radicalmente a cura del prevosto Fortunato Gonzaga entro il 1788 (nel '92 fu consacrato): a lui si deve la decorosa facciata a saliente, con timpano triangolare e porta intagliata a bassorilievo, ascrivibile a Francesco Galli.
La chiesa conserva una lapide del '500, due armadi parmensi del '600, interessanti opere databili alla metÓ del '700.
Importante l'altare maggiore, rilaccato, dal ricco intaglio del 1756.

Giovannino Guareschi
Giovannino Guareschi Ŕ nato a Fontanelle e la casa natale Ŕ prospiciente Piazza Balestrieri dove Ŕ allestita una piccola raccolta di documentazione sul grande scrittore.

AZIENDE ON-LINE
• Cerca per
  Categoria

• Aggiungi la tua
  Azienda

• Pubblicità su
  Roccabianca Web

• Cerca un' Azienda

Lampogas
 La Ricetta
Ogni giorno una ricetta diversa, per creare menù semplici ed appetitosi.
 L'Oroscopo
Nuovo tutti i giorni, in collaborazione con Oroscopofree.
La custodia: archiviazione
 Altri Siti
Terreverdiane.it
Verdi Sapori

Busseto Web
Felino Web
Fidenza Web
Fontanellato Web
Fontevivo Web
Noceto Web
Polesine Web
Salso Web
 Soragna Web
 Zibello Web
Fontanellato Web
Sansecondo Web
• Sissa Web
• Trecasali Web
Tutti i cinema delle province di Parma e Piacenza.



This Page is © Cities Web.
Web Design by Cities Web.
All rights reserved Cities Web 06/2002.