Sposiparma.it
 
LINK

 Parmigiano Reggiano vendita online
 San Pietro Sopra Le Acque
 Prodotti Tipici Marketing
 Tipic Hotels
 
 
LA CITTA'

  Itinerari turistici
  La Rocca
  Nei dintorni
  Fiere e Manifestazioni
  Mercatino antiquariato
  Premi e Concorsi
  Ambiente
  Gastronomia
 
 
I SERVIZI

 
Municipio
  Numeri Utili
  Trasporti
  Utilità
  Farmacie
  Anziani
  Sport Locale
Annunci Immobiliari Roccabianca
 
 
IL TURISMO

  Vie d'accesso
  Cenni storici
 
 
VARIE

  Home
  Chi Siamo
  Links
  Suggerimenti?
  E-mail
 
   L'avvocato Risponde
 
Mittente: anonimo Data: 29/12/2006
  
D. Una coppia ha due figli piccoli ed una casa in affitto. Vorrei sapere, in caso di separazione, i figli vengono affidati al padre lavoratore o alla madre disoccupata e a chi dei due spetta l'affitto?

R. In tema di separazione persoale dei coniugi, il codice civile è senza dubbio molto chiaro ma lo è ancor di più la cospicua giurisprudenza esistente in materia, utilissima nel risolvere le innumerevoli sfaccettature che tali fattispecie possono presentare. L'art. 151 c.c.,(rubricato separazione giudiziale) stabilisce che "la separazione può essere chiesta quando si verificano, anche indipendentemente dalla volontà di uno o di entrambi i coniugi, fatti tali da rendere intollerabile la prosecuzione della convivenza o da recare grave pregiudizio alla educazione della prole". L'art. 155 c.c., poi, in tema di affidamento dei figli, afferma che "il giudice che pronunzia la separazione dichiara a quale dei coniugi i figli sono affidati e adotta ogno altro provvedimento relativo alla prole, con esclusivo riferimento all'interesse morale e materiale di essa. In particolare il giudice stabilisce la misura ed il modo con cui l'altro coniuge deve contribuire al mantenimento, all'istruzione ed educazione dei figli, nonchè le modalità di esercizio dei suoi diritti.Il coniuge cui i figli non siano affidati, ha il diritto e il dovere di vigilare sulla loro istruzione ed educazione e può ricorrere al giudice quando ritenga che siano state assunte decisioni pregiudizievoli al loro interesse. L'abitazione nella casa familiare spetta di preferenza, e ove sia possibile, al coniuge cui vengono affidati i figli". Fin qui il codice.Secondo una prassi consolidatasi nella giurisprudenza, i figli bengono affidati quasi sempre alla madre, anche se disoccupata, in ragione del particolare vincolo che la lega alla prole sin dalla nascita, mentre in capo al padre non affidatario viene stabilito l'obbligo di corrispondere un assegno mensile quale contributo per il mantenimento dei figli stessi. Nel determinare l'ammontare dell'assegno, il giudice terrà conto del fatto che la madre dovrà pagare l'affitto dell'abitazione in cui vive.

:: Archivio Domande e Risposte ::
:: Inviaci una Domanda ::

AZIENDE ON-LINE
• Cerca per
  Categoria

• Aggiungi la tua
  Azienda

• Pubblicità su
  Roccabianca Web

• Cerca un' Azienda

La custodia: archiviazione
 La Ricetta
Ogni giorno una ricetta diversa, per creare menù semplici ed appetitosi.
 L'Oroscopo
Nuovo tutti i giorni, in collaborazione con Oroscopofree.
La custodia: archiviazione
 Altri Siti
Terreverdiane.it
Verdi Sapori

Busseto Web
Felino Web
Fidenza Web
Fontanellato Web
Fontevivo Web
Noceto Web
Polesine Web
Salso Web
 Soragna Web
 Zibello Web
Fontanellato Web
Sansecondo Web
• Sissa Web
• Trecasali Web
Tutti i cinema delle province di Parma e Piacenza.



This Page is © Cities Web.
Web Design by Cities Web.
All rights reserved Cities Web 06/2002.